2 Errori di marketing

2 Errori di marketing che gli imprenditori fanno

2 Errori di marketing che possono far fallire il tuo business locale se non segui correttamente alcune linee guida. Senza entrare nello specifico dei motivi che influiscono l’attuale crisi economica, c’è da dire che alcuni di essi non sono determinanti.

Se guardiamo con attenzione in un settore di mercato dove molte aziende chiudono, ce ne sono alcune che prosperano. Quindi c’è qualcosa che l’imprenditore può fare per far funzionare la propria impresa nonostante quello che succede esternamente ?

Questo qualcosa non viene fatto dagli imprenditori per vari motivi. Di seguito elenchiamo i primi 2 errori che contribuiscono a portare a fondo il proprio business.

Il primo errore è quello di non fare marketing e questo è assolutamente sbagliato. Prima però di andare avanti cerchiamo di togliere ogni dubbio sul significato del termine “marketing” perché erroneamente gli imprenditori lo associano alla pubblicità.

Quando parlo con gli imprenditori le risposte tra le più comuni che danno sono che fare pubblicità vuol dire buttare via i soldi, che fare marketing è equiparato fare pubblicità e che se voglio una presenza più incisiva mi rivolgo alla mia web agency di fiducia e faccio una mega campagna pubblicitaria. Non è così !!

L’errore più grande è quello di considerarlo un costo o, peggio ancora, una scocciatura da evitare o da delegare a qualcun altro. Il business del marketing è un impegno che deve essere la prima priorità per un imprenditore. Avere una strategia di marketing è sicuramente prioritario rispetto ad un prodotto/servizio.

“Solo il marketing potrà far emergere e far prosperare la tua azienda.” (Fonte: https://www.intraprenditori.com/).

Ma cosa è il marketing ? Il marketing è “un processo sociale (ovvero, riguarda le persone) e manageriale (ovvero, aiuta a prendere decisioni) per il quale individui e gruppo di individui ottengono ciò che vogliono e di cui hanno bisogno mediante la creazione e lo scambio di valore. (Fonte: http://www.esociety.biz/)”

Il marketing quindi si basa sull’idea che le persone hanno un bisogno o necessità relativa a stati di privazione e a condizioni particolari. I bisogno possono essere fisici come cibo, servizi, ecc…; oppure sociali di appartenenza e affettività e infine individuali di conoscenza e autorealizzazione. I bisogni non sono un’invenzione del marketing ma una condizione umana (Fonte: http://www.esociety.biz/).

Il secondo errore è quello di non avere un sistema di acquisizione clienti. La domanda è “come faccio ad entrare in contatto con nuovi potenziali clienti ?” Certo non possiamo affidare la nostra strategia alla fortuna o al passaparola ma dobbiamo essere in grado di realizzare un sistema automatico che sia in grado di garantirci un flusso costante di nuovi clienti veramente interessati ai nostri prodotti/servizi.

Sia che si tratti di campagne Pay per Click su Internet o di Referral Marketing offline, non ha importanza. L’importante è creare una sequenza di procedure che siano in grado di garantire risultati costanti e continuativi.

Generare un contatto non significa soltanto far arrivare la tua offerta al cliente, ma deve avere come obiettivo primario la raccolta di più informazioni possibili (recapiti) in modo da poterlo ricontattare successivamente.

Questo vuol dire creare un database di clienti potenziali che rappresenta il principale asset del tuo business (assieme al tuo brand). L’obiettivo non deve essere quello di raccogliere “contatti qualsiasi” ma di focalizzarti sui contatti di “potenziali clienti ideali”.

Chi è il cliente ideale ? Sicuramente è quella tipologia di cliente con la quale lavorare sempre, quello che è in grado di apprezzare il tuo prodotto/servizio, quello che compra senza guardare il prezzo, quello che parla bene di te ai suoi amici e conoscenti, quello che ti esterna stima e soddisfazione. Un fantastico cliente direi !!

Del tuo cliente ideale devi quindi sapere tutto: dalle caratteristiche fisiche (se persona o azienda) a quelle emotive. Capire quale è il suo principale problema/bisogno: tutto ruota intorno al principale problema/bisogno del cliente. Se riesci ad individuarlo potrai soddisfarlo più facilmente.

2 Errori di marketing