Cosa significa essere un freelance

Cosa significa essere un freelance ? La vita di un freelance è molto dura perché oltre alla ricerca costante di nuovi clienti sempre più esigenti, la loro vita è messa a dura prova soprattutto dalla spietata concorrenza.

Se sei all’inizio del tuo business è ovvio e naturale partire con i piedi di piombo, non puoi certo aprire una società, affittare un fondo commerciale e assumere delle persone. Assolutamente no !!

Ma cosa significa essere un freelance ? Vuol dire essenzialmente essere “imprenditori di se stessi”, convergere su se stessi tutte le competenza necessarie a svolgere le attività lavorative.

Un freelance è il titolare dell’azienda quindi il responsabile di tutto, il freelance è quello che si occupa delle vendite e che cerca i nuovi clienti, il freelance è quello che esegue i lavori, il freelance è quello che fornisce l’assistenza dovuta ai clienti.

Esattamente cosa significa essere un freelance nel mercato globale ? Un freelance  proprio per la sua conformazione giuridica e strutturale evidenzia dei grossi limiti, ma, allo stesso tempo, ha il vantaggio di essere “imprenditore di se stesso”.

Se l’imprenditore ha un business locale, magari localizzato in una zona ben specifica, e non è interessato ad espandersi oltre, l’essere un freelance può essere una soluzione.

Avere un certo numero di clienti limitati, seguirli e curarli con dedizione e professionalità, è un business che un freelance, se opportunamente organizzato, può essere in grado di soddisfare.

FORMAZIONE PROFESSIONALE: PERCHÉ MANTENERSI AGGIORNATI ?

Un freelance in virtù del fatto che accentra tutte le competenze aziendali, deve conoscere nei dettagli il suo prodotto o servizio. Perché essendo un freelance “il freelance è il prodotto/servizio”, quindi, sapere e conoscere tutto di se stesso.

Deve avere fiducia in se stesso, in ciò che produce e che deve vendere. Quindi se tu sei il prodotto, tu devi essere il primo ad avere fiducia in te, essendo il venditore di te stesso. Nessuno meglio di te ti può sostenere e nessuno meglio di te conosce le tue skills.

In un mondo in continua evoluzione come quello del business online, dove praticamente ogni giorno c’è una novità importante, è necessario rimanere al passo.

Questo vuol dire leggere articoli tematici, seguire corsi di formazione specifici, e soprattutto mettere subito in pratica per impadronirsi delle novità nel minor tempo possibile.

PIANIFICA IL TUO LAVORO

Come ogni business la parte della programmazione e pianificazione delle attività lavorative è di estrema importanza. Perché il tempo è denaro e devi organizzare il tuo lavoro.

Organizza il tuo tempo in modo intelligente utilizzando gli strumenti che la tecnologia ti mette a disposizione. Decidi degli obiettivi a medio e lungo termine in modo da rispettare ogni scadenza.

UN FREELANCE NON PUÒ CRESCERE

Essere un freelance vuol dire essere vincolari al proprio business di nicchia e non crescere in alcun modo.

Perché un freelance lavora anche 10-12 ore al giorno senza sosta, e questo significa impegnare tutte le proprie energie fisiche e mentali limitandosi negli obiettivi da raggiungere.

Più che lavorare 10-12 ore al giorno cosa deve fare un freelance ? Perché un freelance spesso non va nemmeno in vacanza !!

Ascolta cosa ha da dire Marco Montemagno a proposito del “mettersi in proprio”:

CONCLUSIONI

E’ importante capire cosa significa essere un freelance e individuare le possibili soluzioni. Ognuno di noi ha delle competenze specifiche, magari è un ottimo tecnico piuttosto che un buon designer, mentre non sa vendere il proprio prodotto/servizio.

La convinzione di “essere più bravi degli altri” ci sprona ad andare aventi, senza cambiare niente.

“A te la scelta, decidi adesso di crescere. Per emergere fai la differenza. Non perdere tempo e costruisci adesso il tuo business”.

Se vuoi puoi lasciarmi un commento qui sotto. Ti risponderò prima possibile.

Cosa significa essere un freelance