creare un canale di YouTube efficace

Creare un canale di YouTube efficace

Creare un canale di YouTube efficace è fondamentale perché è il secondo motore di ricerca più utilizzato, dopo Google, ed è visitato da oltre un miliardo di utenti unici al mese che accedono ad oltre 4 miliardi di video al giorno.

Con questi numeri è comprensibile capire quale grande opportunità ne scaturisce dall’utilizzo di questo canale social.

Un’attenta strategia di content marketing è indispensabile per creare un canale di YouTube efficace senza sottovalutare l’importanza del canale stesso.

Canali diversi, diversi tipi di contenuti, diversi utenti provenienti da ogni parte della rete verso il proprio brand. Serve quindi un progetto a 360 gradi che analizzi il mercato di riferimento riuscendo a capire le reali esigenze e bisogni degli utenti. Sulla base di questo costruire poi tutto il progetto.

Su YouTube è possibile trovare qualunque contenuto e qualunque tipo di utente, il che sta a significare che le aziende possono trarre vantaggio da una strategia vincente di video marketing su questo canale.

In realtà sono poche le aziende che investono realmente su YouTube perché è un compito non semplice, dispendioso in termini di tempi e di investimenti.

Per costruire un canale vincente bisogna iniziare dal pubblico: i video devono essere realizzati per un pubblico specifico che desidera essere informato su un determinato contenuto.

Più riusciamo ad “entrare” in una nicchia ben precisa realizzando video “ad hoc” e più il canale riuscirà ad emergere e a farsi conoscere.

Esattamente come per il SEO e il Pay per Click per creare un canale di YouTube efficace bisogna individuare “l’utente tipo” che visualizzerà i video.

Bisogna conoscere tutto dell’utente: dai dati anagrafici alle sue preferenze, dalle sue esigenze e bisogni ai dispositivi che utilizza, dal tipo di lavoro che svolge al suo nucleo familiare. Niente deve essere lasciato al caso.

Dopo dobbiamo capire quali sono gli obiettivi del nostro pubblico: se risolvere un problema specifico, migliorare le proprie condizione economiche, fare un percorso di crescita personale, migliorare il proprio bagaglio professionale per fare carriera in azienda.

Per “entrare nella loro testa” è quindi indispensabile attirare la loro attenzione riuscendo a risolvere uno o più problemi/esigenze/richieste specifiche.

La seconda cosa da fare è diversificare la fruizione dei contenuti attraverso le varie modalità: in base al tipo di contenuto saremo in grado di raggiungere il pubblico senza rinunciare a diversificare le tipologie di pubblicazioni sfruttando il materiale di cui si dispone tra cui tutorial, approfondimenti su un tema specifico, recensione di prodotti, dimostrazioni di utilizzo, esercitazioni.

Il contenuto più efficace in assoluto è il video perché se ben fatto è estremamente coinvolgente; seguono i report in PDF e le infografiche.

Per creare un canale di YouTube efficace bisogna coinvolgere gli utenti e questo compito non è certo facile. Ma bisogna informare o intrattenere il pubblico ?

Gli utenti guardano i video principalmente per due motivi: per imparare qualcosa e risolvere un problema oppure per passare del tempo libero. La strategia giusta è quindi quella di creare un video che rientri in una delle due categorie.

Un altro aspetto importante nel creare un canale di YouTube efficace è quello della qualità dei video. La qualità deve essere al primo posto.

I video di alta qualità sono caratterizzati da un aspetto professionale perché hanno una buona illuminazione, le scene sono a fuoco e non risulta faticoso guardarli.

Dopo aver fatto tutte queste operazioni il nostro compito però non è finito perché dobbiamo svolgere altre due procedure determinanti al raggiungimento del successo.

La prima è quella di ottimizzare il canale video per il SEO. YouTube essendo un prodotto di Google e parte integrante dei risultati del motore di ricerca, non va assolutamente sottovalutata l’operazione di ottimizzazione dei video lato SEO.

L’obiettivo principale deve essere quello di ottenere un posizionamento del video nei risultati delle ricerche di YouTube (e di Google) per le parole chiave di interesse.

È necessario inserire quindi tutte le informazioni sul video, rilevanti per la ricerca: title, description e tag.

Non tutte le ricerche di Google però mostrano nei risultati i video di YouTube, tuttavia, per massimizzare le probabilità di presentarsi all’interno delle ricerche, è possibile sfruttare keyword quali tutorial, recensione, test, video, come fare o guida.

Infine bisogna curare con attenzione la parte social perché gli utenti che guardano i video possono lasciare commenti o opinioni.

E’ importante per stabilire una relazione duratura rispondere sempre e nel minor tempo a tutti i commenti.

creare un canale di youtube efficace