mailing list

Ma dove vai se la mailing list non ce l’hai ?

Spesso quando parlo con un imprenditore la prima cosa che mi chiede è … “ma come mai se faccio una campagna su Facebook per vendere i miei prodotti/servizi non ottengo risultati ?”. Facciamo un po’ di chiarezza sulle “best practice” da seguire quando vogliamo promuovere il nostro brand sui social, ad esempio, su Facebook.

Innanzitutto diciamo una verità che forse non tutti sanno: gli utenti che vanno su Facebook fanno qualunque attività tranne quella di acquistare prodotti o servizi. Gli utenti vanno su Facebook per conoscere nuovi amici, per chattare, per trovare una fidanzata/o, per pubblicare le foto delle vacanze e degli amici, per leggere notizie di gossip ma mai con l’intenzione di acquistare. Il motivo è semplice: Facebook è un luogo di incontro e di socializzazione e non rappresenta il luogo adatto per fare business.

Questo è l’errore principale che fanno le aziende che decidono di essere presenti su Facebook e che, alla fine della campagna ovviamente non ottenendo risultati incoraggianti, si convincono che “non funziona”. Ma non è assolutamente vero. La piattaforma di advertising di Facebook funziona bene se utilizzata nel modo corretto. Il problema principale è a monte: per quale motivo un utente che non ti conosce perché è un “contatto freddo”, come si dice nel gergo, dovrebbe acquistare subito da te ?

In questi ultimi anni la modalità di fare acquisti su Internet è cambiata radicalmente in quanto gli utenti non acquistano più a occhi chiusi ma vogliono sapere tutto di tutto. Infatti consultano i forum e i blog che parlano di quel determinato prodotto o servizio per trovare recensioni, positive e negative, prima di prendere una decisione.

Facendo un esempio per spiegare meglio il concetto basta pensare a quando decidiamo di andare in vacanza: cosa facciamo abitualmente ? Andiamo su Internet per cercare la struttura ricettiva piuttosto che il pacchetto turistico e dopo andiamo a verificare i giudizi delle persone che hanno già usufruito dello stesso servizio ed evitare così situazioni imbarazzanti. Esigenza sacrosanta visto alcune situazioni a dir poco imbarazzanti in cui si sono trovati molti turisti.

Quindi quale è la cosa più preziosa e assolutamente indispensabile per chiunque voglia fare business online ? E’ chiaramente quella di avere una mailing list profilata e cioè una lista di email di potenziali clienti interessati veramente ai nostri prodotti e/o servizi.

Un’altra cattiva abitudine che spesso ho riscontrato è quella di inviare flussi di migliaia di email a indirizzi presi casualmente su Internet senza, quindi, ottenere il consenso dei proprietari, per fare web marketing. E’ assolutamente sbagliato principalmente per due motivi: primo perché per inviare massivamente delle email è necessario scegliere una piattaforma professionale così da ottenere sia un’alta percentuale di consegna delle email che un tasso di apertura ottimale. Il secondo motivo è legato al divieto di raccogliere indirizzi email senza aver prima ottenuto il consenso dei diretti interessati.

In uno dei prossimi articoli vedremo quali sono le procedure e gli strumenti da utilizzare per fare web marketing in maniera proficua, per acquisire clienti e portare traffico al proprio sito web, blog o e-commerce.