in vacanza con gli animali

In Vacanza con gli Animali

Pronti per andare in vacanza con gli animali ? Le valigie sono pronte, il programma della vacanza è definito ma il cane ? Gli animali già da alcuni anni sono diventati a tutti gli effetti componenti in pianta stabile di una famiglia: un po’ per fare compagnia soprattutto alle persone anziane e un po’ perché le persone amano sempre di più gli animali.

L’argomento è oggetto da molti anni di discussioni su cosa possono fare e soprattutto dove posso entrare gli animali. Questa convivenza deve essere sicuramente regolamentata in modo efficace e applicabile con facilità.

Personalmente amo molto gli animali ma ritengo che debbano essere considerati animali. Non sono d’accordo nel dire che gli animali possono entrare in tutti i luoghi come non lo sono per l’esatto contrario. E’ giusto regolamentare e consentire ai padroni e ai loro animali di avere luoghi di vario tipo dove poter andare senza alcuna restrizione.

Sono favorevole, ad esempio, alla presenza di spiagge dedicate a loro piuttosto che aree verdi o parchi o a locali commerciali che consentono il loro ingresso. Le famiglie quindi quando vanno in vacanza portano con se il proprio animale e hanno la necessità di trovare una struttura ricettiva che li accolga. Nel nostro territorio sono presenti molte strutture, luoghi pubblici, aree eventi, locali commerciali che accettano di buon grado l’amico a 4 zampe.

C’è da dire che il problema degli animali si presenta non solo arrivati a destinazione ma anche durante il viaggio. Pensiamo ad esempio ad un viaggio in treno o in un bus di linea, agli spazi ridotti degli ambienti, alla cattiva informazione e, a volte, all’inciviltà e maleducazione dei padroni degli animali. Purtroppo in Italia la cultura della convivenza tra uomini e animali è indietro rispetto ad altri paesi europei.

Un altro problema che ho riscontrato è che spesso le strutture che accettano animali lo fanno principalmente per avere più turisti e incrementare i guadagni, senza preoccuparsi minimamente del servizio offerto. Quando gli animali arrivano in queste strutture non sempre hanno un’area a loro dedicata e spesso “vivono la vacanza” all’interno dell’appartamento.

Proprio per questo motivo alcune persone quando vanno in vacanza non trovando la soluzione ideale “a misura di animale” entrano in depressione e non sanno più cosa fare. Lo mettiamo in una pensione per animali, lo affidiamo a persone di fiducia o lo lasciamo a casa ?

Qualunque soluzione si trovi rappresenta un trauma per l’animale perché la separazione dal padrone, anche se breve, può ripercuotersi negativamente su di lui. Il consiglio è quello di non lasciare a casa il vostro animale ma di valutare attentamente tutte le possibili offerte perché una soluzione si trova sempre. Molte persone non vanno in vacanza o lo abbandonano lungo la strada: questo è un comportamento incivile che purtroppo rispecchia l’andamento delle cose nel nostro bel paese.

Fortunatamente ci sono associazioni come l’E.N.P.A. che si occupano della tutela e della salvaguardia degli animali.

In passato era sconveniente e difficile organizzare una vacanza con animali a seguito, ma con l’aumento delle strutture che li accettano, con le nuove soluzioni di viaggio e la modifica delle normative relative ai viaggi all’estero con gli animali, hanno fatto si che le vacanze con loro siano molto più fattibili e non richiedano un’eccessiva pianificazione.

Vediamo quali sono le norme comportamentali che bisogna seguire. La legge di riferimento in materia è la 281/1999 (“Legge quadro in materia di animali d’affezione e di prevenzione del randagismo”) che segue l’art.83, lettera d) del Decreto del Presidente della Repubblica 8 febbraio 1954 n.320, recante “Regolamento di Polizia veterinaria” che sostanzialmente dice che gli animali possono accedere a qualunque luogo pubblico o esercizio pubblico, salvo che non venga segnalato il divieto con apposito cartello.

E’ proprio questa segnalazione di divieto con apposito cartello che negli anni ha creato più di un fraintendimento tra esercenti di locali pubblici e proprietari di animali.

 pdf