turismo eco sostenibile

La Vera Essenza del Turismo Eco Sostenibile

Turismo eco sostenibile: ma cosa significa veramente questo termine ? Vediamo di fare un po’ di chiarezza e cercare di sgomberare la nostra mente da dubbi e cattiva informazione. La definizione data dall’OMT (Organizzazione Mondiale del Turismo) nel 1988 dice che “le attività turistiche sono sostenibili quando si sviluppano in modo tale da mantenersi vitali in un’area turistica per un tempo illimitato, non alterano l’ambiente (naturale, sociale ed artistico) e non ostacolano o inibiscono lo sviluppo di altre attività sociali ed economiche (fonte OMT)” è estremamente chiara e non lascia alcun dubbio. Il turismo sostenibile rappresenta tutte quelle attività turistiche che riescono a fondere le esigenze di salute, benessere e relax con l’ambiente che ci circonda senza produrre alcuna alterazione.

In Italia nel corso del 2016 l’Emilia Romagna, la Toscana e l’Abruzzo sono state le regioni più virtuose che maggiormente hanno sostenuto e applicato il turismo sostenibile con un boom di richieste in aumento.

Nel turismo eco sostenibile ambiente, benessere, sostenibilità, sport come stile di vita, innovazione tecnologica e cicloturismo sono le principali parole chiavi. In un contesto di particolare ricchezza naturalistica e storica come la Toscana e, in particolare la Maremma, promuovere un turismo capace di coniugare tutela del paesaggio e sostenibilità, servizi innovativi fortemente qualificati in ambito ecologico, rappresenta una grande occasione in termini di sviluppo e offerta turistica.

La Maremma è senza dubbio una meta molto ambita, sia dai turisti italiani che stranieri, nella fruizione del turismo sostenibile. La grande estensione della provincia di Grosseto, una delle più grandi in Italia, propone a chi viene in Maremma un ventaglio di opportunità a 360 gradi, in grado di offrire molte soluzioni per i turisti sempre più esigenti.

Il turismo eco sostenibile “made in Maremma” presenta tra le varie offerte alcune eccellenze legate ai prodotti enogastronomici e alla loro degustazione; alla possibilità di vivere in prima persona un’esperienza indimenticabile a stretto contatto con la natura; all’esperienza di condividere emozioni nel percorrere attraverso visite guidate e percorsi multimediali la storia della Maremma, delle civiltà e popolazioni che hanno abitato e dominato questa terra; alle molteplici possibilità di praticare sport a stretto contatto con la natura e l’ambiente offrendo un’ampia serie di possibilità: dal cicloturismo al trekking, dalle visite alle aree protette al birdwachting, dalle passeggiate in carrozza nel Parco della Maremma alla visita delle aziende agricole, dal golf alla vela e windsurf. E molto altro ancora.

L’unicità e la specificità della Maremma sono la ricetta fondamentale per creare sviluppo, opportunità di lavoro ma, soprattutto, fare “brand positioning” ovvero promuovere il brand Maremma in Italia ma soprattutto nel mondo.

L’obbiettivo degli addetti ai lavori è quello di “destagionalizzare il turismo” cioè fare in modo che il flusso di turisti non si concentri nel solo periodo estivo ma venga spalmato su 6-8 mesi dell’anno in funzione del clima mite che per la maggior parte dell’anno è presente in Maremma ma, in conclusione, quello che vediamo fare molto spesso è solo puro marketing senza avere alla base un progetto ben studiato e programmato per un periodo medio-lungo.