le vecchie abitudini non si perdono mai

Le Vecchie Abitudini non si perdono mai ?

Le vecchie abitudini non si perdono mai ? Chissà come mai la pessima abitudine di alcune persone, in particolare mi riferisco agli imprenditori turistici, di rispondere “con calma” alle email o addirittura di non rispondere, specialmente in periodi di fuori stagione è sempre una consuetudine.

Forse sarà perché l’email è così bistrattata e mal interpretata da tutti !! Siamo tutti oberati da ricevere ogni settimana centinaia di email, a volte per comunicazioni importanti e interessanti e altre per puro spamming, ma essendo uno strumento di marketing molto potente, semplice, veloce e disponibile su tutti i dispositivi mobili, viene percepito dalle persone come un intrusione non richiesta.

Che le vecchie abitudini non si perdono mai lo possiamo vedere quando riceviamo le email: con la convinzione che scrivere una mail richiede pochi minuti, vengono commessi errori grammaticali, trascuratezze di battitura, rilettura prima dell’invio assente, e informazioni essenziali non presenti.

Proprio perché la mail è uno strumento di comunicazione snello e veloce dobbiamo assicurare al destinatario velocità di lettura e scorrevolezza del testo.

Quindi quando scriviamo una mail, specialmente se si tratta di lavoro, dobbiamo essere attenti ed evitare inesattezze e trascuratezze nella stesura. Altra cosa importante dobbiamo sempre firmare la mail lasciando tutti i nostri recapiti se vogliamo che il destinatario possa contattarci. Non è detto che ci contatti via email quindi… anche i recapiti telefonici.

Dobbiamo capire che le email sono una parte importante della nostra vita professionale e personale e molto spesso le persone ignorano le regole del galateo.

Quindi quando riceviamo una mail, soprattutto per lavoro ma anche personale, bisogna sempre rispondere nel minor tempo possibile. E’ un comportamento che personalmente non ho mai tollerato perché oltretutto è un segno di grande maleducazione.

Mi chiedo ma perché le persone non rispondono ? Perché una struttura ricettiva aperta tutto l’anno o anche solo nel periodo estivo che riceve una richiesta a ottobre, deve rispondere dopo venti giorni ? Non si può pretendere dagli altri risposte rapide quando noi siamo i primi a non farlo. Questi sono comportamenti inaccettabili !!

Non credo che le motivazioni vadano cercate nella mancanza di tempo: ci vuole poco a rispondere “La ringrazio di avermi contattato ma non sono interessato”.

Gli imprenditori turistici dimenticano spesso che il mondo del turismo in genere e del booking in particolare è cambiato in questi ultimi anni. Le persone hanno fretta, vogliono risposte rapide e informazioni dettagliate. Le persone hanno “a portata di click” tante altre strutture disponibili quindi quando riceviamo una richiesta di soggiorno dobbiamo rispondere nel giro di un paio di ore al massimo. Meglio ancora se in tempo reale.

L’obiezione che a volte mi viene fatta specialmente dalle strutture a conduzione familiare è che non hanno tempo. E’ una risposta che un imprenditore non deve dare perché ci sono strumenti che consentono di rispondere ad una mail ovunque siamo.

Stiamo parlando dei cellulari, smartphone o altri dispositivi mobili: ma chi di noi non ha un cellulare sempre in tasca ? Quindi non esistono scuse perché è possibile configurare facilmente qualunque dispositivo per la ricezione e l’invio di email. Bastano pochi minuti !!

In questo modo quando un turista italiano e/o straniero vi contatta e nel giro di poco riceve una risposta, ottiene comunque un servizio sia esso di conferma che di sola risposta di cortesia.

Una struttura che risponde comunica un’immagine positiva, diffonde il proprio brand, trasmette professionalità e serietà nel proprio lavoro. Al contrario chi “fa le cose con calma” sicuramente non verrà più contattato in futuro da quel turista.

Esistono poi per quelle strutture medio-grandi soluzioni per la gestione delle prenotazioni online: sono programmi che se opportunamente strutturati permettono di gestire in modo professionale la ricezione delle richieste di informazioni, prenotazioni soggiorni e rispondere tramite anche altri canali come gli SMS, i social network, WhatsApp.

CONCLUSIONI

Dobbiamo quindi avere un cambio di direzione, dobbiamo capire che nell’era della tecnologia non possiamo pensare di andare avanti come si faceva 10-15 anni fa. Quando una persona cerca di contattarci più volte e non riceve nessuna risposta, non possiamo pensare e pretendere che “tanto richiamerà”. Non è così perché quella persona non vi chiamerà più in futuro !!

Se vuoi puoi lasciarmi un commento qui sotto. Ti risponderò prima possibile.

“A te la scelta, decidi adesso di crescere. Per emergere fai la differenza. Non perdere tempo e costruisci adesso il tuo business”.

le vecchie abitudini non si perdono mai