link building

Link Building: come far crescere il tuo sito web

La link building è un’insieme di attività legate all’ottimizzazione di un sito web e rappresenta un importante strumento per aumentarne la popolarità. Da evitare i backlinks acquistati da pseudo aziende che promettono incrementi della popolarità a dismisura. Il tutto deve essere il più naturale possibile.

L’importanza della link building è abbastanza chiaro: avere uno o più link in ingresso provenienti da siti web autorevoli (con PR = 7/8 o superiore) che linkano una o più pagine di un sito web e che siano attinenti al tipo di contenuti e argomenti trattati.

La link building è un tipo di attività che rientra in quelle azioni legate all’ottimizzazione di un sito web necessarie a far sì che abbia un buon posizionamento organico nella SERP dei motori di ricerca.

Google è estremamente attento a questa tematica quindi la regola assoluta è quella di creare contenuti originali, utili agli utenti web e che possano attirare link spontanei.

Bisogna però prestare attenzione a due caratteristiche fondamentali:

  • Tutti i link in ingresso devono provenire da siti di qualità che trattano argomenti attinenti, facendo attenzione a scegliere backlinks che si portano dietro più popolarità;
  • Quando si inseriscono i link bisogna prestare attenzione a non abusare eccessivamente delle keyword nell’anchor text.

Quale è la funzionalità di un backlink ? Comunicare che il link verso il sito da promuovere è una attestazione di qualità quindi è buona risorsa per gli utenti stessi. Se nel mio blog scrivo un buon articolo e Il Corriere della Sera lo legge e decide di citarlo in un suo articolo inserendo il link alla mia pagina, questo andrà sicuramente a migliorare la popolarità del mio sito web e chiunque leggerà l’articolo del Corriere della Sera potrà raggiungere la mia pagina.

Come dicevo Google tiene molto in considerazione la provenienza di questi link quando deve posizionare i siti web nella SERP per ogni query di ricerca. E’ più considerato un link proveniente dal Corriere della Sera che cento link provenienti da siti inattendibili o con una bassa reputazione.

I backlinks provenienti da siti autorevoli vengono considerati dai motori di ricerca come una sorta di voto favorevole e sono valutati con modalità complesse da parte dei motori di ricerca.

Non tutti i link vengono considerati allo stesso livello, è ragionevole pensare che quelli provenienti da siti famosi, accreditati e affidabili abbiamo un peso maggiore. Di conseguenza se abbiamo un link scadente (molto facile da ottenere) può compromettere il nostro sito.

Bisogna fare attenzione perché la link building anche se non è una scienza esatta, un motore di ricerca è in grado di capire mediante un’analisi derivata da tecniche di Information Retrievial, sia la sostanza che la rilevanza dei backlink.

Se abbiamo un gran numero di backlinks provenienti da siti di bassa qualità o scadenti lo scopo che otteniamo è ostacolare e peggiorare la reputazione del nostro sito web e, in alcuni casi, si può arrivare ad una penalizzazione.

Bisogna preferire i backlinks cosiddetti spontanei perché provengono da quelle persone che apprezzano i nostri contenuti. Nelle fasi iniziali di vita di un sito web “chiedere un link” ad un sito amico è prassi.

Non dobbiamo però perdere di vista il nostro obiettivo e cioè quello di linkarci a siti di qualità e non a siti non accreditati o sconosciuti. La tecnica del “tanto per fare” non produce risultati positivi quindi se un link non ci porta vantaggi è inutile attivarlo. Sei d’accordo ?

CONCLUSIONI

Dunque, avere molti e buoni backlinks esterni in entrata verso il nostro sito, risulta fondamentale per ottenere un buon punteggio dai motori di ricerca e salire nella classifica dei risultati.

I fattori che riguardano le keywords sono riportati mediamente dopo quelli che riguardano i backlinks; nonostante questo nella pratica SEO si preferisce lavorare  più sul contenuto delle pagine (quindi sulle keywords o sull’aspetto tecnico), che non sui backlinks.

Perché ci comportiamo in questo modo ? Essenzialmente perché mentre operare sui fattori che riguardano le keyword è relativamente semplice perché si tratta dei contenuti del sito, operare sui backlinks è molto più complesso in quanto si tratta di operare su siti sui quali non si ha potere.

“A te la scelta, decidi adesso di crescere. Per emergere fai la differenza. Non perdere tempo e costruisci adesso il tuo business”.

Se vuoi puoi lasciarmi un commento qui sotto. Ti risponderò prima possibile.

Glossario:

Information Retrievial: è l’insieme delle tecniche utilizzate per gestire la rappresentazione, la memorizzazione, l’organizzazione e l’accesso ad oggetti contenenti informazioni quali documenti, pagine web, cataloghi online e oggetti multimediali (Fonte: Wikipedia).

 

la link building per le aziende