Perché la Local Economy è così importante

Perché la Local Economy è così importante ?

Perché la Local Economy è così importante per lo sviluppo economico di un territorio ? Si può affermare che le risorse di un territorio rappresentano senza dubbio “il bene più prezioso” per la promozione di una determinata area geografica.

Se il nostro scopo è promuovere l’economia di un territorio non lo si fa attraverso spot pubblicitari di fantastiche strutture ricettive, bensì tramite la promozione diretta del territorio interessato e delle risorse culturali, storiche e artistiche.

Il motivo del perché la local economy è così importante è presto detto: i prodotti enogastronomici e il patrimonio culturale, storico e artistico rappresentano un “fortissimo richiamo” per i turisti, soprattutto stranieri, a venire in Italia.

Nel mondo del turismo cibo, salute e ambiente possono coesistere in maniera ottimale. Valorizzare i prodotti locali serve a dare grande visibilità ad un territorio oltre che a sensibilizzare e rivalutare l’economia, il commercio, i servizi e la ristorazione locale tramite un’attenta informazione alle persone così da aiutarle e stimolarle a compiere una scelta sempre più mirata delle eccellenze del territorio.

In Maremma le strutture e le aziende in genere che hanno scelto di promuovere e utilizzare i prodotti locali (prodotti a km zero) sono sempre di più, vuoi perché il turista straniero è “un amante appassionato” dei prodotti tipici legati in maniera forte e radicata al territorio, vuoi perché attraverso la degustazione di questi prodotti riesce a vivere un’emozione particolare che gli “rimane appiccicata addosso per sempre”.

Quando il turista torna a casa l’esperienza che ha vissuto se la porterà dietro e diventerà uno straordinario messaggio pubblicitario da diffondere tra amici e conoscenti.

Nella provincia di Grosseto sono numerose le iniziative che promuovono i prodotti locali a partire dai mercatini di prodotti a km zero organizzati dalle associazione di categorie come, ad esempio, la Coldiretti.

Promuovere un territorio non è cosa facile in quanto esiste una forte frammentazione e diversificazione. Basta pensare alle infinite varietà dialettali, culturali e folkloristiche, alle diversità paesaggistiche e peculiarità enogastronomiche. Elementi che devono essere al centro della promozione e che vanno necessariamente valorizzati.

Proprio per questa frammentazione sarebbe auspicabile che i vari soggetti si associassero per mettere insieme le risorse umane e finanziarie e creare una comunicazione efficace e differenziata per i vari target di persone.

Penso, ad esempio, all’operazione di promozione e rilancio messa in atto proprio in questi mesi all’Isola d’Elba in occasione del Bicentenario di Napoleone, dove i comuni elbani attraverso una gestione turistica integrata hanno messo in pratica un accordo che prevede l’attuazione di una strategia promozionale e di comunicazione di tutta l’isola attraverso i prodotti turistici tematici rappresentativi dell’identità del territorio così da permettere agli operatori sia pubblici che privati di presentarsi nuovamente come offerta turistica di qualità integrata e sostenibile. (Fonte: Giorgio Tave)

Capire perché la local economy è così importante per la riqualificazione e lo sviluppo di un territorio, indica una strada che necessariamente deve passare per la collaborazione tra amministrazioni locali e consorzi e/o associazioni di categorie, penso, ad esempio, agli albergatori.

PERCHÉ RIVALUTARE UN TERRITORIO

La promozione deve partire dalle peculiarità e specificità di un dato territorio, da quegli elementi distintivi che rappresentano a colpo d’occhio la differenza e il valore aggiunto rispetto agli altri territori.

Devono essere individuate quelle unicità che facciano da collante con il territorio, che rappresentino un brand o comunque una promessa di ciò che troveranno chi verrà in quel dato territorio.

Come tutti i piani di azione ben fatti è necessario partire sempre da un’attenta analisi di cosa rende speciale un territorio, soprattutto bisogna ascoltare cosa pensano le persone ma principalmente capire quale è la loro percezione su ciò che promuoviamo.

Il legame con il territorio è dunque fondamentale per il successo di una qualunque azione di marketing comunicativo. Vivere un territorio è l’esperienza che ogni turista cerca perché vuole conoscere la storia e le tradizioni dei costumi locali, perché vuole vivere un’esperienza in prima persona e non si accontenta della sola accoglienza.

Dopo aver definito chiaramente un territorio è necessario che a promuoverlo siano delle persone ben selezionate. Penso, ad esempio, agli influencer (vedi articolo Influencer Marketing), ai produttori di informazioni, ai blogger, alle associazioni perché questi soggetti attraverso la pubblicazione e condivisione di contenuti sul web possono influenzare pesantemente il successo di un progetto di promozione turistica.

La strategia del nostro progetto di promozione deve essere in grado di utilizzare tutti gli strumenti messi a disposizione dalla tecnologia.

L’utilizzo dei social network è di primaria importanza soprattutto per i viaggiatori 2.0. I contenuti diffusi tramite canali social media si sedimentano nel tempo e contribuiscono in modo significativo alla costruzione del brand.

I social e il web funzionano anche di più quando sono coordinati con altri strumenti e iniziative di comunicazione “tradizionale” in maniera sinergica.

Dobbiamo poi valutare se sia necessario creare un app piuttosto che fare dei video sempre in abbinamento ad un sito web o blog o e-commerce.

In base al target di utenti andranno poi definite le lingue da utilizzare in modo da creare delle specifiche localizzazioni in base alle esigenze e necessità della nazione interessata. Desidero sottolineare poi un aspetto fondamentale che è quello di mantenere sempre aggiornati i contenuti in modo tale da invogliare l’utente a tornare frequentemente a visitarci.

Nel creare e aggiornare i contenuti dobbiamo prestare molta attenzione e renderli assolutamente autentici perché il loro scopo è “raccontare la storia del territorio in tutti gli aspetti, anche in quelli meno conosciuti e nascosti”.

Il nuovo turista quando decide di muoversi lo fa sulla base di tre fasi ben definite:

  • Quando un turista cerca la destinazione delle sue vacanze si informa preventivamente leggendo le recensioni sui vari portali (tripAdvisor, Booking, AirBnB), consultando i blog e leggendo quello che gli utenti dicono. Il nuovo turista è una persona “non più sprovveduta” come succedeva alcuni anni fa, si informa perché non vuole sorprese e perché vuole organizzare il suo viaggio in tutti gli aspetti.
  • Quando il turista arriva a destinazione è importante che ciò che ha letto precedentemente si realizzi: è una fase importantissima perché “il territorio deve mantenere la promessa che è riuscito a veicolare”.
  • Quando poi il turista torna a casa è il momento più importante perchè analizza tutto quello che è successo, come si è svolta la vacanza, quali criticità sono emerse. Se tutto è andato nel migliore dei modi la loro esperienza viene trasmessa positivamente attraverso sia la condivisione di contenuti sui canali web, ma, soprattutto, parlandone ad amici e conoscenti.

CONCLUSIONI

Per capire perché la local economy è così importante e di grande impatto per il tessuto socio-economico di un dato territorio, bisogna quindi partire dalle sue specificità cercando di mettere in risalto il valore aggiunto in modo tale da farlo percepire alle persone come un brand importante, sicuramente risolutivo alle loro esigenze/necessità, percepibile come un’esperienza assolutamente da vivere.

 “A te la scelta, decidi adesso di crescere. Per emergere fai la differenza. Non perdere tempo e costruisci adesso il tuo business”.

Se vuoi puoi lasciarmi un commento qui sotto. Ti risponderò prima possibile.

Perché la Local Economy è così importante