Scegliere un hosting gratuito

Scegliere un hosting gratuito

Scegliere un hosting gratuito per il proprio sito web/blog/e-commerce non sempre è la soluzione vincente perché soltanto dopo comprendiamo le conseguenza di questa scelta.

Alla base della scelta c’è la scarsa conoscenza di Internet e il continuo bombardamento sul web di pubblicità che con pochi euro all’anno “ti promettono” qualunque cosa.

Ti fanno sembrare occasioni imperdibili le loro offerte, alla fine però scegliere un hosting gratuito nasconde delle insidie pericolose.

Decidere di scegliere un hosting gratuito significa accettare tutte le limitazioni dell’offerta che alla fine rende la gestione del tuo sito web praticamente impossibile ma soprattutto difficile.

Ma quali sono le limitazioni ? Innanzitutto lo spazio web dedicato che non sempre è illimitato, quindi, si è soggetti e chiedere al fornitore dello spazio aggiuntivo.

L’utilizzo dei database per le applicazioni spesso hanno dei limiti nello spazio assegnato e nel numero dei database da poter utilizzare per le applicazioni.

Scegliere un hosting gratuito a volte ci mette di fronte ad una configurazione hardware del server piuttosto scadente, con poca RAM, con una banda di connessione limitata e soprattutto con un servizio di assistenza assolutamente insufficiente.

Quanti ti costa spendere poco ? Nel video Marco Montemagno elenca i 3 errori di chi pensa subito e solo al prezzo.

 

COSA BISOGNA SCEGLIERE

La soluzione può essere quella di scegliere un hosting professionale a basso costo in modo da avere un piano affidabile, con le caratteristiche che ci servono e facilmente gestibile.

Per trovare e scegliere un hosting ideale è necessario però definire dei criteri in base alla tipologia del sito. Questo perché non tutti gli hosting forniscono le stesse prestazioni, quindi, sarebbe non conveniente avere un hosting “super attrezzato” che poi non sfrutteremmo al 100%.

Un altro fattore che influenza la scelta di un hosting è la competenza di chi dovrà gestirlo. Se la persona indicata ha poche conoscenze o addirittura nessuna, è consigliato l’utilizzo dei C.M.S. (Content Management System) con i quali è sicuramente più facile gestire un sito web/blog/e-commerce tramite l’interfaccia intuitiva.

In questo caso consiglio l’utilizzo di una piattaforma Linux invece di Windows in quanto l’installazione e la gestione del CMS e dei Plugin risulta meno ostica, con meno problemi di incompatibilità e presenta meno problemi in generale.

Se la persona indicata ha invece competenze di programmazione e di web designer si può scegliere tranquillamente la piattaforma Windows oltre che quella Linux e gestire personalmente il sito web.

Un altro fattore decisivo nella scelta dell’hosting è rappresentato dalla finalità del sito web: è un sito di lavoro o per puro divertimento ? Questa è la prima domanda che dobbiamo farci.

Se la risposta è “per puro divertimento” allora si può scegliete tra i tanti servizi di hosting gratuiti disponibili sul web facendo però attenzione alla scelta del fornitore perché in queste soluzioni gratuite inseriscono dei banner pubblicirari nello spazio web che “ti regalano” o, peggio ancora, inseriscono clausole nei contratti di licenza d’uso che li rendono proprietari dei contenuti che produci. Questo vuol dire che qualunque cosa pubblichi diventa automaticamente di loro proprietà.

Al di là di tutte queste considerazioni bisogna partire “dalla fine” e cioè bisogna domandarsi: cosa è veramente essenziale per un business ? A questa domanda Marco Montemagno risponde in modo egregio nel video seguente.

Non dimentichiamoci poi di un altro dei fattori determinanti della scelta dell’hosting: la prontezza e la qualità del servizio di supporto e assistenza.

Purtroppo capita spesso che le persone puntano il primo sguardo sull’importo totale del servizio senza dare la giusta importanza al supporto e all’assistenza.

Sicuramente un sito di lavoro non può permettersi di “risparmiare” qualche decina di euro all’anno e non avere un assistenza che risponda in tempi certi e rapidi, fornendo soprattutto un interlocutore preparato e non un “semplice centralinista” come spesso accade.

CONCLUSIONI

Scegliere un hosting rappresenta dunque un passaggio molto importante che bisogna affrontare senza fretta, prendendosi il tempo necessario per valutare tutti gli aspetti legati ai costi, alle prestazioni e ai servizi correlati al sito web. Chi è alle prime armi commette l’errore di scegliere le offerte di hosting più pubblicizzate sul web.

 “A te la scelta, decidi adesso di crescere. Per emergere fai la differenza. Non perdere tempo e costruisci adesso il tuo business”.

Se vuoi puoi lasciarmi un commento qui sotto. Ti risponderò prima possibile

Scegliere un hosting gratuito