Favorire il turismo sostenibile

Sviluppare il turismo sostenibile

Il turismo sostenibile è un comparto economico di grande rilevanza e in continua crescita esponenziale. L’indotto del turismo è considerato “la più importante industria del mondo” e rappresenta il principale fattore che genera benessere economico a livello globale.

Se da un lato il turismo rappresenta lo sviluppo e il mantenimento del benessere, dall’altro riveste un’importanza strategica nel campo della sostenibilità. Oggi lo sviluppo sostenibile si configura come la giusta strada da seguire per realizzare iniziative e progetti di lungo termine e raggiungere come obbiettivo finale il connubio tra esigenze ambientali, economiche e sociali.

Lo sviluppo sostenibile come parte integrante della crescita economica è tale solo in presenza di un miglioramento dell’ambiente, della qualità della vita e della salute umana. Di conseguenza per perseguire questo obbiettivo bisogna fare delle scelte che siano in grado di raggiungere obbiettivi diversi tra loro come l’integrità dell’ecosistema, l’efficienza economica e l’equità sociale.

Il turismo sostenibile si basa quindi su alcuni principi fondamentali:

  • Il coinvolgimento attivo nelle scelte per tutelare gli interessi in gioco nel comprensorio turistico;
  • Tutelare le motivazione turistiche esistenti e proteggere la diversità;
  • Promuovere la diversità inventandosi nuove opportunità di turismo;

Turismo e ambiente sono quindi legati tra di loro da un legame molto saldo. Un territorio che ha al suo interno aree sostenibili rappresenta un forte motivo di attrattiva per i turisti. Lo dimostrano anche i nuovi segmenti di turismo che si stanno sviluppando in questi anni: il turismo Enogastronomico dei prodotti tipici, Esperienziale, Natura e Sport, Terme e Benessere.

Questi nuovi segmenti di mercato consumano un prodotto composto da elementi diversi che si collocano trasversalmente e che permettono di distribuire sul territorio i flussi turistici integrando le risorse maggiori con quelle meno note.

In particolare il turismo enogastronomico ha eccellenti potenzialità nel turismo rurale, turismo verde e nell’ecoturismo. E’ in grado di produrre e offrire un’offerta turistica adeguata attraverso la difesa dell’ambiente, la diversificazione produttiva, la valorizzazione e la qualificazione delle produzioni locali.

L’enogastronomia non viene più vista quindi come servizio complementare ma diventa l’obbiettivo del turista. Il turismo enogastronomico produce un innalzamento della qualità, sia dell’offerta che della domanda, attraendo flussi turistici dotati di buona capacità di spesa e forte motivazioni.

Un elemento fondamentale del turismo sostenibile è il concetto di qualità secondo il quale la qualità nel settore turistico è il risultato di un processo che implica il soddisfacimento di tutte le necessità di un prodotto o servizio, delle esigenze e aspettative del consumatore, di un prezzo adeguato in conformità con gli elementi che ne determinano la qualità come la sicurezza, l’igiene, l’accessibilità, la trasparenza, l’autenticità e l’armonia delle attività turistiche nei confronti dell’ambiente in cui insistono (fonte World Tourism Organization).

Applicando i principi della qualità attraverso vari strumenti che vanno dai Sistemi di Gestione Ambientale fino alle Etichette Ecologiche si possono implementare i principi del turismo sostenibile. L’ampia varietà di strumenti permette l’utilizzo sia a livello di singola azienda che a livello territoriale e anche molti enti locali sono certificati o sono in procinto di farlo.

Lo scopo è quello di migliorare i servizi turistici andando nella direzione del turismo di qualità e sostenibile, andando incontro alle nuove esigenze dei turisti senza per questo danneggiare le attività imprenditoriali locali.

Tralasciando i motivi della mancanza di competitività nel settore turistico italiano (frammentazione dell’offerta, carenze delle infrastrutture, livello di prezzi elevato se confrontato con altri competitors, cattiva gestione e manutenzione dei beni cultirali) dobbiamo sottolineare che anche le politiche ambientali e turistiche che nel corso di questi anni sono state perseguite sono risultate assolutamente inadeguate creando gravi ripercussioni nel settore turistico.

Purtroppo ancora oggi in Italia si pensa che quando le cose vanno male bisogna fare qualsiasi cosa per aumentare i flussi turistici anche a discapito dell’ambiente e delle generazioni future. Questa convinzione è assolutamente sbagliata ma soprattutto dannosa perché non tiene conto dell’importanza che riveste l’ambiente nella vita sociale e produttiva della società moderna.