whatsapp

WhatsApp news nel 2017: cosa succederà all’APP più utilizzata ?

WhastApp nel 2017 ha fatto sapere che su alcuni dispositivi non sarà più utilizzabile. La notizia è che per i sistemi operativi BlackBerry, BlackBerry 10, Nokia S40 e Nokia Symbian S60 l’APP potrà essere utilizzata fino al 30 giugno 2017.

Come risulta dal 13° Rapporto Censis sulla Comunicazione gli italiani sono sempre di più “utenti digitali” e connessi. Il 73,7% accede a Internet, il 65% degli italiani ha uno smartphone e il 56,2% degli italiani usa Facebook. WhatsApp è oggi usato dal 61,3% degli italiani.

Questo rapporto fotografa un’Italia sempre più digitale e sempre più connessa. Non sorprende nemmeno il dato sui possessori degli smartphone perché gli italiani sono da sempre grandi estimatori ed utilizzatori di dispositivi mobili.

Tutti questi dati ci fanno capire che gli italiani sono sempre più digitali anche nel modo di comunicare. I canali social sono degli strumenti di comunicazione alla portata di tutti e quindi molto usati, proprio grazie alla diffusione degli smartphone.

Non sorprende quindi che WhatsApp sia molto usato dagli italiani, soprattutto dai più giovani.

WhatsApp è l’applicazione mobile più usata. Ad inizio 2016 WhatsApp aveva comunicato che entro la fine del 2016 su alcuni dispositivi con sistemi operativi obsoleti non sarebbe stato più supportato.

L’ultima notizia pervenuta dice invece che il termine ultimo è stato slittato al 30 giugno 2017 e WhatsApp potrà essere utilizzata fino ad allora.

Dalla lista iniziale dei dispositivi che avrebbero visto cessare l’utilizzo di WhatsApp restano invece confermati: Android 2.1, Android 2.2, Windows Phone 7 e iPhone 3GS/iOS6. Chi ha dispositivi che usano questi sistemi operativi sappia che dal 1 gennaio 2017 non potranno più usare WhatsApp.

WhatsApp aveva motivato questa scelta dovuta ad una visione strategica e di come il mercato degli smartphone sta evolvendo, con dispositivi sempre all’avanguardia:

“Nel guardare avanti verso i nostri prossimi sette anni, vogliamo concentrare i nostri sforzi sulle piattaforme mobili che la stragrande maggioranza delle persone usa.”

 Anche se questi dispositivi fanno parte della nostra storia, non offrono più quelle funzionalità di cui abbiamo bisogno per continuare a tenere attiva l’app, viste le sue caratteristiche“, ha dichiarato nei giorni scorsi un portavoce dell’azienda, oggi di proprietà di Facebook.

Ricordiamo che WhatsApp è disponibile in 187 paesi, in 109 di essi è l’APP più usata, ed ha oltre un miliardo di utenti attivi al mese.

whatsapp