promuovere contenuti con Telegram

Promuovere contenuti con Telegram

Promuovere contenuti con Telegram è sicuramente un alternativa ai canali utilizzati abitualmente come Facebook, Twitter, Instagram, Snapchat.

Per catturare l’attenzione dei nostri “potenziali clienti” è necessario fare un’attenta analisi e sviluppo delle strategie da adottare perché creare un contenuto ad hoc occupa una piccola percentuale del lavoro di un content marketer.

Promuovere contenuti con Telegram non è semplice perché sul web c’è “un’abbondanza di informazioni” e l’utente medio non è in grado di selezionarli valutando i contenuti utili e di qualità da quelli dannosi e dispersivi.

Se da un lato ci sono i contenuti basati su una corretta strategia per individuare la piattaforma più adeguata al nostro scopo, come spesso succede vince chi arriva prima degli altri a sfruttare quel determinato strumento.

Telegram presentato come alternativa a WhatsApp ha in realtà molte funzioni che possono essere utili al nostro scopo. Vediamo rapidamente le principali funzionalità:

  • Invio e ricezione di messaggi testuali e multimediali;
  • Invio e ricezione di file di qualunque tipo, fino ad un massimo di 1.5 GB;
  • Utilizzo di hashtag per etichettare i messaggi e ricercarli;
  • Motore di ricerca interno, basato sia sulle parole che sugli hashtag;
  • Creazione di gruppi e supergruppi, che possono ospitare fino a 5000 membri;
  • Possibilità di interagire con persone e messaggi specifici in una chat di gruppo tramite la risposta e la menzione del nome utente;
  • Creazione di Canali Telegram, ottimi strumenti di diffusione dei contenuti;
  • Sviluppo e utilizzo di bot per automatizzare o implementare funzionalità e procedure complesse, come la ricerca di una camera d’albergo o un video di YouTube;
  • Utilizzo di sticker e gif animate
  • Utilizzo della piattaforme da ogni device possibile, e su ogni ogni sistema operativo desktop o mobile, in modo sincronizzato;
  • Sicurezza e privacy garantite dalla crittografia end-to-end e dall’archiviazione dei dati in cloud;
  • Nessuna pubblicità, né utilizzo delle informazioni contenute nel profilo e nelle conversazioni per rete display di adv. 

Una delle funzioni più interessanti offerte da Telegram sono i canali che servono alla diffusione dei contenuti. Un canale è di fatto uno spazio che si può personalizzare con nome, foto del profilo, descrizione e link personalizzato al quale possono iscriversi o essere inseriti utenti e contatti interessati ai tuoi contenuti.

Differentemente dai gruppi i canali sono unidirezionali quindi tutto le conversazioni off topic tra gli utenti non ci sono. Chi è interessato ai tuoi contenuti può iscriversi, attivare le notifiche, fruire del contenuto evitando distrazioni di ogni sortaCreare un canale è semplicissimo, basta aprire Telegram, cliccare sull’icona del messaggio, selezionare Nuovo Canale e personalizzarlo.

Se lo ritieni opportuno per la tua strategia di content marketing, puoi aggiungere gli utenti presenti tra i tuoi contatti, nominare degli amministratori, creare un link personalizzato e condividerlo con i tuoi contatti sui social, inserendo una call to action sul sito o blog, inviando una email ai tuoi lead. 

Usare i canali per promuovere contenuti con Telegram può essere utile per due cose: 

 Diffondere i contenuti del tuo progetto di content marketing, che sia un blog aziendale, un canale di YouTube, un webinar, un eBook, ecc;

  • Diffondere i contenuti del tuo progetto di content marketing, che sia un blog aziendale, un canale di YouTube, un webinar, un eBook, ecc;
  • Condividere con i membri del tuo canale contenuti utili relativi al tuo settore, prodotti da altre realtà e giudicati autorevoli, formativi, interessanti, di qualità. 

In questo modo potrai mostrare il tuo lavoro a chi è interessato veramente, fidelizzando l’utente e sfruttando un nuovo canale più diretto di comunicazione.

Inoltre potrai diventare un punto di riferimento del tuo settore diventando di fatto un “aggregatore di contenuti” su uno o più argomenti specifici.

In questo modo, i membri del tuo canale Telegram assoceranno il tuo brand ad una fonte attendibile alla quale attingere per il reperimento di contenuti utili. 

Ci sono importanti brand e noti professionisti che sul content curation, vedi Robin Good, hanno costruito una carriera. Un contenuto curato, seguito e aggiornato frequentemente, rispetto ad un contenuto originale, offre maggiori spunti a chi ne deve fruire.

Se torniamo a quanto detto inizialmente, ovvero che la minaccia più grande per il content marketing è l’eccesso di contenuti di cui nessuno fruirà, sfruttare piattaforme di diffusione molto affollate potrebbe limitare pesantemente la strategia. 

Ecco perché è importante introdurre i canali di Telegram nel piano editoriale, in modo da affrontare questa vulnerabilità in modo efficace. 

promuovere contenuti con Telegram